Quando farsi aiutare

Healing_HeartTutti noi preferiamo risolvere i nostri problemi senza dover ricorrere all’aiuto degli altri…chiedere aiuto, infatti, non è sempre facile: può farci sentire a disagio, in qualche misura “deboli”, in una condizione di bisogno. Alcune persone scelgono di soffrire e sopportare in silenzio anche per anni, piuttosto che coinvolgere qualcuno che possa dare loro una mano.

Prima di rivolgersi ad uno psicologo o ad uno psicoterapeuta si tentano mille altre strade. Questo atteggiamento, dettato in parte da motivazioni personali ed in parte dalla cattiva informazione sull’intervento psicologico, spesso rallenta il possibile miglioramento.

Chiedere aiuto allo psicologo o allo psicoterapeuta invece è segno d’intelligenza: vuol dire attivare una risorsa preziosa per cominciare a sentirsi meglio.

Lo specialista ci accoglie senza giudicare, qualunque sia il nostro problema, e, come un sarto che cuce un vestito su misura, ci aiuta a capire quale sia la strada verso il benessere più adatta a noi.

Se non conosci la differenza fra Psicologo, Psicoterapeuta e Psichiatra, puoi leggere la mia intervista su Sanihelp.it

Quando rivolgersi allo psicologo e allo psicoterapeuta?

  • Quando si vuole migliorare la qualità della propria vita e trovare risposte scientifiche per recuperare l’equilibrio interiore;
  • Quando si desidera superare il malessere, la tristezza, l’incapacità di divertirsi, di avere interessi e di provare piacere, per fasi di “passaggio”, lutti, ecc.
  • Quando vogliamo stabilire relazioni soddisfacenti con gli altri;
  • Quando vogliamo migliorare i nostri rapporti familiari;
  • Quando stiamo affrontando una crisi temporanea, per delle esigenze di orientamento professionale/di vita;
  • Quando vogliamo ampliare le nostre potenzialità, anche in assenza di disturbi psicologici. (Fonte: ORDINE DEGLI PSICOLOGI DELLA REGIONE UMBRIA)


Come capire se ne ho davvero bisogno?

Non è detto che tutte le affermazioni vi riguardino, ma se vi ritrovate in una o più delle situazioni descritte e vi sentite così da più di qualche settimana, probabilmente avete bisogno della consulenza di uno specialista, che possa indicarvi la strada giusta per risolvere il vostro problema.

  • Faccio fatica a concentrarmi, a pensare, a ricordarmi o a prendere delle decisioni
  • Sono quasi sempre ansioso e preoccupato
  • La maggior parte del tempo mi sento irrequieto, nervoso
  • Vorrei cambiare, ma non ci riesco
  • Vorrei sentirmi protagonista della mia vita e non una comparsa
  • Sto perdendo fiducia in me stesso
  • Sto perdendo la speranza che le cose possano cambiare
  • Mi sento incastrato in situazioni che non mi piacciono e non so come uscirne
  • Mi sento in balìa delle emozioni negative
  • Mi sento troppo condizionato dagli altri
  • Temo molto il giudizio delle persone, tanto da modificare la mia personalità pur di piacere
  • Mi pare che gli altri non mi capiscano più, mi sento davvero solo
  • I rapporti con il mio partner/i miei familiari/i miei colleghi mi creano un notevole stress
  • Uso il cibo per calmarmi o per riempire dei vuoti
  • Controllo il mio peso, il mio corpo, il cibo in modo ossessivo
  • Evito di frequentare alcuni posti o di fare alcune cose per paura di sentirmi male
  • Faccio dei pensieri strani, di cui mi preoccupo moltissimo
  • Mi sento costretto a ripetere delle particolari azioni molte volte al giorno, altrimenti temo possa succedere qualcosa
  • Sono quasi sempre arrabbiato
  • Mi sento sempre stanco, anche se dormo
  • Non mi sento più bene quando sono in mezzo alla gente
  • Mi sento spesso colpevole o mi sento di non valer niente
  • Penso spesso alla morte ed al suicidio
  • Per sopportare lo stress bevo o faccio uso di sostanze
Approfondimenti

Superare l’Ansia   Superare la Depressione  Problemi nelle relazioni di Coppia, Famiglia  Superare gli Attacchi di panico